Tagliando Auto: cos'è e quando va fatto

28/09/2017

Il Tagliando dell’auto è il principale intervento di manutenzione ordinaria del veicolo. Va eseguito con cadenza periodica secondo quanto previsto dalla Casa Auto, unitamente alla percorrenza chilometrica.


Perché va eseguito il tagliando dell’auto?

 Per prima cosa, quando si tratta di un veicolo nuovo, è un intervento di massima importanza se si vuole mantenere inalterata la garanzia della Casa Automobilistica.
Infatti, sulle vetture di nuova costruzione, in base alla normativa europea vigente, le case costruttrici coprono un periodo temporale di garanzia del costruttore pari a 24 mesi, per intervenire e ripristinare eventuali guasti - difetti. Tale copertura potrebbe non essere più riconosciuta dalla Casa Automobilistica qualora l’auto non sia stata sottoposta ai controlli periodici prescritti e riportati nel libretto di manutenzione ordinaria dell’auto.
Se hai acquistato un veicolo nuovo dovrai quindi verificare sul libretto di manutenzione ordinaria le prescrizioni di manutenzione ordinaria indicate, nonché - a secondo della Casa Automobilistica – gli avvisi di “intervallo service” visualizzati nel cruscotto del veicolo.
Al di là del mantenimento della garanzia, il tagliando è fondamentale anche successivamente per verificare lo stato di funzionamento ottimale dell’auto, mantenerla in piena efficienza e perfezionarne le prestazioni.
Eseguito come prescritto dal costruttore, previene inoltre guasti e rotture che possono comportare interventi meccanici molto più onerosi.

Dopo quanti chilometri va fatto il tagliando?

La cadenza del tagliando viene stabilita dalla casa auto, che ne prescrive l’esecuzione a seconda del verificarsi della prima condizione fra: km percorsi dal veicolo o tempo trascorso dall’acquisto.
Il primo tagliando dell’auto solitamente andrà effettuato dopo 15.000/20.000 km o 1-2 anni ma, per alcuni modelli, si può arrivare anche a 30.000/50.000 km o 2 anni.
Come saperlo con certezza? La cadenza prescritta dal costruttore è riportata nel libretto di manutenzione del veicolo, che andrà regolarmente aggiornato dopo ogni intervento.
Inoltre molti veicoli sono dotati di una centralina che rileva e segnala le manutenzioni previste attraverso una spia che il meccanico provvederà a resettare al termine dell’intervento.
Alcune Case Automobilistiche hanno predisposto – sempre con una semplice funzione del cruscotto – di interrogare il veicolo e visualizzare entro quanti giorni/quanti chilometri il veicolo necessiterà del prossimo intervento di manutenzione ordinaria. Queste due variabili possono subire variazione anche in subordine alle tipologie di percorrenze (brevi/lunghi tragitti) effettuate e relativi stili di guida.

Devi eseguire il tagliando della tua auto e ti serve un preventivo? Richiedilo QUI

Altre News

Tagliando o revisione auto? Ecco le 6 differenze principali per sciogliere i tuoi dubbi

27/02/2018

Tagliando e revisione non sono assolutamente la stessa cosa. Se sei indeciso su quale intervento deve eseguire la tua auto, è meglio che tu approfondisca tutte le differenze perché sbagliare può comportare anche conseguenze rilevanti come la sospensione dalla circolazione e sanzioni ammin...

Leggi

Tagliando auto eseguito a regola d’arte: cosa controllano?

15/01/2018

Durante l’esecuzione del tagliando, la vettura viene sottoposta ad una serie di controlli che ne verificano lo stato di funzionamento generale. Oltre alla diagnosi effettuata sulle centraline, sui gas di scarico e sul circuito di alimentazione, vengono quindi passati in rassegna: il vano m...

Leggi

Lucidatura carrozzeria auto: ecco quali danni corregge e perché va fatta

15/12/2017

Eseguire una lucidatura professionale dell’auto serve a migliorare l’aspetto generale del proprio veicolo, a correggere piccoli danni e aumentare il livello di protezione della carrozzeria dagli agenti aggressivi. Grazie alla lucidatura si riescono infatti ad eliminare difetti e imperfezion...

Leggi